La fase della gravidanza è un momento sempre molto intenso ed emozionante per ogni donna, dove gioia, entusiasmo e moltissime altre emozioni si alternano l’una dopo l’altra.

Allo stesso modo, la gravidanza, è anche una fase molto delicata, che va gestita nel migliore dei modi, anche per evitare ripercussioni negative sul proprio corpo, che potrebbero accadere sia durante la gravidanza stessa, che post parto.

Un esempio ricorrente può essere la diastasi addominale.

Prima di entrare nel dettaglio spiegando cosa è e cosa è consigliato fare, ci teniamo a specificare che è fondamentale essere seguiti da degli specialisti, che abbiano già trattato questa condizione e possano supportarti a seconda della tua situazione specifica.

Cosa è la diastasi addominale?

Per diastasi addominale si intende una separazione dei retti addominali maggiore di 2 cm, dovuta all’interruzione della guaina connettivale di collagene che normalmente li unisce. Quando una donna è incinta, l’aumento di dimensioni dell’utero, dovuto al progressivo ingrandimento del feto, può provocare una separazione del retto addominale di sinistra da quello di destra.

Questa particolare condizione colpisce, appunto, sopratutto le donne in gravidanza, ma, tuttavia, si può riscontrare anche dopo il parto, a causa dalla distensione della parete addominale dovuta alla discesa del feto.

Come combattere la diastasi addominale attraverso il giusto allenamento?

Andiamo, ora, a vedere nel dettaglio cosa è consigliato fare per prevenire, migliorare e risolvere la condizione di diastasi addominale.

L’attività fisica, oltre ad essere fondamentale nella vita di tutti i giorni, lo è ancora di più durante il periodo di gravidanza.

Esistono delle attività, in generale, che consigliamo di fare e delle attività che sconsigliamo, sia prima della gravidanza, sia durante, che dopo.

Andiamo a vedere quali sono.

Cosa fare prima della gravidanza?

FAI ATTENZIONE ALLA POSTURA: sia quando cammini che quando sei seduta.

Per esempio, quando cammini, è fondamentale non rilassare totalmente la parete addominale.

Questo ti può aiutare sin da subito a rafforzare e mantenere sempre attivi i muscoli dell’addome.

MANTIENI UN BUON TROFISMO MUSCOLARE: risulta molto importante costruire una buona base muscolare per preparare il corpo alla formazione del feto. Fare attività in palestra e a corpo libero ti aiuterà sicuramente a farti trovare pronta al momento del parto.

EVITA ALLENAMENTI TROPPO INTENSI: non esagerare con carichi troppo elevati o sessioni troppo stressanti perché potrebbe portare complicanze per l’eventuale gravidanza. Segui quindi un protocollo su misura sulle tue caratteristiche. Non prendere iniziative che potrebbero risultare sbagliate, fatti seguire e consigliare da degli esperti.

Cosa fare durante la gravidanza?

ALLENA IL CORE: fai esercizi che aiutino a rinforzare la parte centrale del tronco.

Addominali e lombari sono muscoli antagonisti che intervengono sinergicamente.

Il Plank, per esempio, è un ottimo esercizio da eseguire anche tutti i giorni.

Allenando questa parte del corpo sarai avvantaggiata nel momento del parto.

FAI ESERCIZI PER IL RINFORZO DEL PAVIMENTO PELVICO: contrai e rilassa il muscolo pubo-coccigeo in maniera alternata e più volte al giorno, oltre ai muscoli pelvici rafforza anche lo sfintere urinario, riducendo la frequenza e l’intensità delle perdite urinarie.

Inoltre, gli esercizi di Kegel sono consigliati come rimedio al prolasso degli organi pelvici.

EVITA PRESSIONI INTRA ADDOMINALI: evita esercizi che creano una pressione eccessiva sulla parete addominale per non aumentare il rischio di diastasi dei retti addomiali. Come per esempio Squat con bilanciere pesante e crunch.

Cosa fare dopo la gravidanza?

Se nel post gravidanza il prolasso addominale perdura e ti viene diagnosticata una condizione di diastasi, non ti preoccupare, puoi migliorarla attraverso questi esercizi:

FAI ESERCIZI SPECIFICI DI CORE STABILITY: questa volta, rispetto alla fase precedente, sarà ideale lavorare con isometrie più specifiche.

FAI ESERCIZI SPECIFICI PER LA MUSCOLATURA PROFONDA: esercizi specifici come il Vacuum permettono un miglior tono e controllo del muscolo trasverso dell’addome, migliorando il prolasso addominale.

EVITA SEDUTE DI STRETCHING INTENSE: mettere troppo in tensione la muscolatura addominale potrebbe peggiorare la diastasi post gravidanza.

Come viene trattata la diastasi addominale in GS Loft?

Questi sono tra i consigli che diamo giornalmente ai nostri clienti, infatti in GS Loft trattiamo questa specifica situazione molto di frequente.

I nostri professionisti, in team, dopo una fase di accurata anamnesi, elaborano dei protocolli in grado di risolvere la problematica o migliorarla.

Come già detto in precedenza, esistono delle regole comuni da seguire, ma è fondamentale poi trattare ogni caso singolarmente per riuscire a migliorare o risolvere questa situazione nel migliore dei modi, senza rischiare di peggiorare la situazione.


Se anche tu ti stai preparando al parto, oppure soffri di questa problematica e ti trovi in una condizione di malessere, puoi parlare con un nostro consulente che si preoccuperà di darti tutte le informazioni necessarie per introdurti al mondo GS Loft e risolvere questa situazione poco piacevole.

Clicca sul pulsante qua sotto, e lascia i tuoi dati per saperne di più.

Contattaci